Google+ Followers

giovedì 12 febbraio 2015

I BRAGHETTONI: VITA, MORTE E MIRACOLI.

Buonasera, il post di questo giovedì parlerà dei miei braghettoni. Pantaloni comodissimi a cavallo basso in felpa o cotone unisex, ormai un must di Come Le Ciliegie.
Vorrei parlarvi un pò di loro, di quando sono stati creati e di come vengono personalizzati.
Siamo nel 2012 e sono alle prese con l'ennesimo Burda.
Sì perchè non essendo modellista tutto ciò che creo è frutto di rivisitazioni di modelli presi appunto da riviste specializzate, di errori o di illuminazioni  estemporanee.
Esattamente così sono nati i #braghettoni, da un modello di Burda del Giugno 2012 a cui ho aggiunto qualcosa e tolto qualcos'altro.
Non ho per cui inventato niente e allo stesso tempo ho creato qualcosa che funziona, mettendoci tempo e intuito.
Il primo braghettone diciamo che stava in piedi ma non poteva definirsi un vero e proprio capolavoro, le mie capacità sartoriali erano comunque limitate.
Ogni anno tornavo dal mio amato modellino e provavo a migliorarlo e così nel 2013 sono riuscita a tirar fuori qualcosina di decente....
Da quel momento ho cercato di migliorare ulteriormente il modello e la vestibilità, aggiungendo le tasche, cambiando l'elastico e trovando nuove idee per personalizzarli.
Ad oggi i più richiesti sono i braghettoni in felpa schizzati di vernice.
Facilissimi da imitare una volta visti e comprati ma che richiedono tempo e dedizione per essere fatti come si deve.
Gli originali Braghettoni schizzati Made in Cesena sono realizzati grazie alla mano creativa di Roberto Vandi, pittore e artista riminese.
Senza di lui non sarebbero così fighi.
Vi risparmio di citarvi i copioni, sempre Made in Cesena, e vi lascio in compagnia delle foto e del video che testimoniano cosa c'è dietro un capo apparentemente "facile da fare".
Buona Visione.












Nessun commento:

Posta un commento