Google+ Followers

giovedì 9 luglio 2015

5 LOOK ESTIVI DA EVITARE PARTE SECONDA.

Ed eccoci qui con il post del giovedì.
In ritardo di un paio di settimane ora tocca a voi ometti.
Guardandomi attorno in queste afose giornate ho avuto modo di imbattermi in  cose che voi umani non potete nemmeno immaginare.
La fiera di San Giovanni poi è stata fonte inesauribile di spunti.
C'è veramente una quantità spropositata di persone che attribuiscono agli abiti l'unica funzione di coprire il corpo.
Allora dico io meglio buttarsi addosso una bella coperta e via!
Personalità, carattere, stile di vita, passioni, interessi, possono essere manifestati attraverso la scelta degli abiti da indossare.
L'abito non farà il monaco ma a me dice molto della persona che ho di fronte.
Ma bando alle ciance e veniamo a noi.
Al PRIMO posto metto il look tedesconia che continua a fare proseliti.
Solitamente costituito da camicia a scacchi con manichina corta, pinocchietti anch'essi a scacchi o in jeans e il mitico sandalo con calzino.


foto da : www.pianetadonna.it
Una sola parola può descrivere questa cosa....ORRORE....

Al SECONDO posto metto il fantastico Mankini ovvero il bikini da uomo.
ahaahhahahahahahhahahahahahhahahahahah ora io dico c'è gente che l'ha pensato, l'ha prodotto e lo ha messo sul mercato.
Ma ci pensate a quelle sarte che si sono trovate di fronte a cotanta arte????!!!!!
Vi giuro che pagherei oro per vedere dal vivo un uomo con questa roba addosso.
ahaahhahaahhahahahahahahahah

foto: www.originalstore.it



Al TERZO posto rimanendo in tema cose da donna che vogliono indossare pure i maschietti ecco le MEGGINGS, versione maschile appunto delle tanto adorate leggings.


foto: www.retailmenot.com
buahahahhahahahahah 
No words, no words, no words.

Al QUARTO posto mettiamo i tanto discussi risvoltini. In questo caso curiosare fra gli scatti di streetstyle al Pitti è stata una buona idea.
Io in realtà li adoro sui miei braghettoni ma li detesto su pantaloni stretch da uomo in accoppiata ai mocassi.
Trovo l'uomo così agghindato semplicemte BRUTTO.

morgatta.wordpress.com

All' ultimo posto ma non per orribiltà metto senza ombra di dubbio le orde inferocite di ragazzini e non solo, che amano girare per strada con il sedere di fuori.
No ma veramente????
Sti Ragazzi ci vanno a scuola messi cosi!!!!!
Schiaffoni, vi dovrei dare, schiaffoni.

www.kenbarrell.com
Vi saluto e vi aspetto un giovedì qualunque dei prossimi che verranno.
Besos,
Vale


giovedì 18 giugno 2015

DONNE E' ARRIVATO IL CALDO! 5 INDUMENTI DA EVITARE COME LA PESTE.

Eccomi qui con il mio post settimanale dai toni sempre ironici. Con i primi caldi ecco comparire per le strade i primi eccessi. Ragazze, va bene essere "alternative"  e non omologate, spesso però cadere nel ridicolo è un attimo.
Elencherò 5 capi e accessori  da evitare come la peste sempre, senza ma e senza se.

Al primo posto indubbiamente metto la CIABATTA DA PISCINA CON CALZINO.
Voi pensate di essere "avanti" in realtà l'effetto ottenuto è il medesimo di un infradito con calzino.
Mi dispiace ma la ciabatta con calzino è NO. Puoi sentirti alla moda, puoi essere anche bella con delle gambe da urlo ma NO, le puoi comprare griffate, ma la mia risposta è NO.


Foto da http://www.smartdiamondstyle.com/ciabatte-da-piscina-calzino/

foto: www.diggia.it

Al secondo posto inserisco i fantomatici PINOCCHIETTI.
Che dire, c'è forse qualcosa da dire???? C'è bisogno di argomentare?? Evitateli come evitereste l'uomo col borsello (lo affronteremo poi ).
Amiche se ne possedete anche solo un paio anche solo da mettere in casa, vi dico con il cuore in mano:
BUTTATELI!
Non è una questione di moda o altro ma proprio di buongusto. E pensare che ci sono ancora ditte che li producono e li vendono...quindi c'è domanda mi vien da dire. Perchè??????????????????????????????????????????????????????????????????????
??????????????????????????????????


 
http://www.abbigliamentodadonna.it/pantalone-pinocchietto-cotone-p-41.html
Al terzo posto voglio mettere i JEANS A VITA BASSA, anzi inguinale.
E velocemente anche qui il perchè vien da sè.


Quotidianamente mi imbatto in queste orrende visioni.
Se avete a cuore la mia salute vi prego, evitateli.

Al quarto posto rimanendo in tema jeans cito gli inguardabili jeans distrutti fino all'inverosimile.
Mi rivolgo alle giovanissime, vi prego non cedete alla tentazione di seguire qualche fashion non so che .....non se possono guardà.


foto : http://www.styleshouts.com/2013_11_01_archive.html

Al quinto posto rullo di tamburi per le mitiche BALLERINE CON FANTASMINO.

Vi giuro che ne è pieno il mondo. Le ho viste ovunque. Vi prego trovate il coraggio per dire NO al fantasmino con ballerina ( mio marito aggiungerebbe anche alla ballerina in generale).
Anche qui non servono molte parole girls. Ne basta una soltanto: ORRORE!

Prossima settimana tocca a voi cari ometti e poi qualche consiglio per gli outfit estivi.
A presto,
Vale



giovedì 14 maggio 2015

MODELLA PER UN GIORNO 2

Buon pomeriggio.
Eccomi di nuovo qui a parlarmi di me e del mondo delle mie Ciliegie.
Il post di oggi è dedicato al prossimo evento organizzato  nel mio negozio di Cesena.
Si tratta del ritorno di Modella per un giorno.
Diversi mesi fa si è svolta la prima edizione ed è stato un successone, così ho pensato di riproporlo per le clienti che non sono riuscite a partecipare.
Vediamo in cosa consiste.
Dalle 15.00 in avanti sarà possibile prenotare trucco con Natalia Casadei e smalto semipermanente con la maga delle unghie Denise Benazzi.






Dopo di che belle che trasformate vi prendo in consegna per rifarvi il look e agghindarvi come più vi piace.
Una volta creato l'intero outfit Raffaella Sacchetti e Silvia Righi vi scatteranno foto da copertina.
Il tutto accompagnato da Aperitivo e buffet.
Che dire sarà un pomeriggio di chiacchere e risate per regalarci un momento solo nostro e imparare a  giocare con la moda.
Vi aspetto!
Valentina

https://www.facebook.com/events/819729274741471/

giovedì 9 aprile 2015

GONNA O PANTALONE????!!!!

Salve salvino a tutti.
Ecco il tanto atteso post settimanale.
Oggi vi voglio parlare del nuovo trend di stagione.
La GONNA PANTALONE.
Tornata di gran moda nelle ultime sfilate, iniziano a vedersi in tante vetrine.
Ancora però le ragazze faticano ad indossarla perchè ricordano ancora quelle di velluto a coste indossata dalle loro madri o dagli scout ( che diciamocelo fra di noi, tanto trendy non sono).
Io invece la adoro e la trovo comodissima, forse perchè non sono amante delle gonne vere e proprie.
Per questa Primavera l'ideale è portarla in felpa magari con le famigerate leggings, anfibio oppure sneakers.


Più elegante la versione in cotone africano o viscosa da abbinare, per le più femminili, a tacchi vertiginosi.

Sopra ovviamente consiglio sempre una mia creazione. Perfette sia la maglia a ruota che la maxi maglia oblò.
Dipende dallo stile personale.
Per le amanti dello stile classico, ideale con camicia e giacca dal taglio semplice ed essenziale.
Ora non vi resta che venirla a provare in negozio e osare.
Io intanto la porto così.
Baci.


giovedì 2 aprile 2015

PANTACALZE VS PANTALONI

Dunque dunque, partendo dal post pubblicato oggi, l'articolo settimanale parlerà proprio di LEGGINGS o appunto PANTACALZE.
Partiamo dalla definizione presa da Wikipedia.

Col termine inglese leggings (in Italia chiamati anche "leggins" o "pantacollant" o meno comunemente "pantacalze") si intende comunemente un tipo di indumento aderente, indossato sulle gambe. Erroneamente vengono accomunati ai pantaloni, ma non lo sono. Non hanno niente a che vedere con i gambali (due capi separati, indossati uno per gamba) né con i collant con i quali condividono solo la forma.

Come vedete ho evidenziato in rosso alcune paroline proprio per chiarire una volta per tutte che i LEGGINGS NON SONO PANTALONI e quindi, vanno indossati sempre con qualcosa di lungo come una gonna, un camicione, una maximaglia, maxifelpa e via dicendo.
MAI E POI MAI possono essere indossate con micro t-shirt o camicette al punto vita.
Vi prego vi scongiuro consideratele calze senza piede.

Basta ricordare un sola e semplice regola:
- indossare leggings con qualsiasi cosa arrivi almeno a metà coscia.

Uscireste mai di casa con un collant velato color castoro e camicia?????!!!!! (a parte che il collant color castoro andrebbe bandito comunque). Io non credo.
Il fatto che le leggings siano coprenti e a fantasia non vi autorizza a indossarli in questo modo:


                                                     (foto presa da www.maidirefilm.it)

Non ne faccio una questione di fisico, direi le stesse cose a Belen....è più come dire......questione di buon gusto.
Ecco suggerimenti per un corretto utilizzo, poi se abbinate ad una creazione Come Le Ciliegie raggiungiamo l'apoteosi.



Baci Baci
con ironia,
Vale.

venerdì 6 marzo 2015

P/E 2015 LE TUTONE!

Ciao Ciao eccomi per il post settimanale dedicato alla nuova collezione.
Per questa stagione ho deciso di puntare in gran parte sulla comodità.
L'intera linea, esclusi i pezzi in wax e i pantaloni a palazzo, è costitutita da pezzi in felpa e jersey.
Oggi vi presento le tutone, un must di Come Le Ciliegie, presenti anche l'anno scorso.
Ho aggiunto in alcune, solo un piccolo decoro sul davanti.




Sono stra comode e dalla vestibilità ampia.
Non poteva mancare la tutona schizzata. Disponibile su richiesta in diversi colori.



Ho scelto come location una palestra di boxe di Forlì ( Pro Fighting Forlì) sia per il collegamento con la linea sportiva sia per il messaggio che questo sport trasmette.
 Concludo con questa bellissima frase presa da Million Dollar Baby:
"Se c'è una magia nella boxe è la magia di combattere battaglie al di là di ogni sopportazione, al di là di costole incrinate, reni fatti a pezzi e retine distaccate. È la magia di rischiare tutto per realizzare un sogno che nessuno vede tranne te".
Buon week end a tutti.
Vale

giovedì 26 febbraio 2015

ISPIRAZIONI

Eccomi qua con l'articolo settimanale.
Vi parlo del mio ultimo viaggio a Zanzibar che è stato fonte d'ispirazione per la Collezione "Mama Masai" che presenterò a Milano in occasione di Fà la cosa giusta a Milano.

Che dire, tutti mi avevano parlato del fascino di quest' isola e in effetti mi ha letteralmente stregato.
I colori, i profumi, i sapori e i sorrisi dei Masai li ricorderò a lungo.



 

 
Altra cosa che mi ha attratto ovviamente sono stati i tessuti wax.
Diciamo un pò visti e stravisti dall'anno scorso dopo il grande successo di Stella Jean e per questo da me non utilizzati.
Quest'anno magari se ne vedranno meno in giro ed allora ho pensato di realizzare una mini collezione con questi tessuti che sono veramente bellissimi.

Ho deciso di utilizzarli al momento per la gonna pantalone e la maglia a ruota, abbinabili insieme oppure utilizzabili separatamente.
Io le trovo bellissime, ma ovviamente sono di parte.
Vi aspetto quindi a Milano e a Cesena per farvele vedere dal vivo e sentire la vostra impressione.

 


giovedì 12 febbraio 2015

I BRAGHETTONI: VITA, MORTE E MIRACOLI.

Buonasera, il post di questo giovedì parlerà dei miei braghettoni. Pantaloni comodissimi a cavallo basso in felpa o cotone unisex, ormai un must di Come Le Ciliegie.
Vorrei parlarvi un pò di loro, di quando sono stati creati e di come vengono personalizzati.
Siamo nel 2012 e sono alle prese con l'ennesimo Burda.
Sì perchè non essendo modellista tutto ciò che creo è frutto di rivisitazioni di modelli presi appunto da riviste specializzate, di errori o di illuminazioni  estemporanee.
Esattamente così sono nati i #braghettoni, da un modello di Burda del Giugno 2012 a cui ho aggiunto qualcosa e tolto qualcos'altro.
Non ho per cui inventato niente e allo stesso tempo ho creato qualcosa che funziona, mettendoci tempo e intuito.
Il primo braghettone diciamo che stava in piedi ma non poteva definirsi un vero e proprio capolavoro, le mie capacità sartoriali erano comunque limitate.
Ogni anno tornavo dal mio amato modellino e provavo a migliorarlo e così nel 2013 sono riuscita a tirar fuori qualcosina di decente....
Da quel momento ho cercato di migliorare ulteriormente il modello e la vestibilità, aggiungendo le tasche, cambiando l'elastico e trovando nuove idee per personalizzarli.
Ad oggi i più richiesti sono i braghettoni in felpa schizzati di vernice.
Facilissimi da imitare una volta visti e comprati ma che richiedono tempo e dedizione per essere fatti come si deve.
Gli originali Braghettoni schizzati Made in Cesena sono realizzati grazie alla mano creativa di Roberto Vandi, pittore e artista riminese.
Senza di lui non sarebbero così fighi.
Vi risparmio di citarvi i copioni, sempre Made in Cesena, e vi lascio in compagnia delle foto e del video che testimoniano cosa c'è dietro un capo apparentemente "facile da fare".
Buona Visione.












giovedì 5 febbraio 2015

TUTTO (O QUASI) SU DI ME.

Buon pomeriggio a tutti.
Questo post è dedicato a chi ancora non conosce il volto di Come Le Ciliegie ed anche a chi lo conosce ma ha voglia di saperne di più.
Ebbene sì, nonostante il nome del mio brand faccia pensare a due persone in realtà dietro le quinte  ci sono solo io.
E voi direte io chi????
Mi presento.
Nome: Valentina
Cognome: Amoroso
Età: 37 anni
Segno zodiacale (importantissimo): Toro ascendente Pesci (da qui la follia)
Sposata con il Maledetto Alessandro Gabbarrini che adoro.
No figli ma un cane: Carlotta, setterina proveniente dal canile di Cesena
Professione: Ex erborista e naturopata ora Artigiana, designer autodidatta. Mente creativa del brand Come Le Ciliegie. (Anche se Erborista e Naturopata una lo rimane sempre).
Non sono sarta ma uso la macchina da cucire, non sono modellista ma creo da me i miei modelli, non sono stilista ma creo dal nulla i miei abiti. Sono semplicemente una creativa. E creo la moda che piace indossare a me.
Cibi preferiti: Sono una buona forchetta adoro tutti i cibi possibili e immaginabili. Vado matta per la carne alla brace e i primi piatti belli carichi. Poi vado fuori di testa per il pesce, possibilmente crudo. No crostacei perchè allergica. 
Dolci preferiti: la cheesecake di mia sorella. Notevole pasticcera.
Passioni: Cucinare, cinema, nuoto, meditazione.
Cose che amo: Tramonti, albe, ballare, cantare a sguarciagola, bere vino da sola e in compagnia, chiaccherare di niente ma di tutto con le amiche, il mare, la natura, i cani, le persone gentili, chi parla piano e lentamente, chi sa fare il proprio lavoro, chi ama il proprio lavoro, gli entusiasti, i timidi, i creativi, i designer indipendenti, chi si è fatto da solo, la chiarezza, l'onestà, la neve, il camino acceso, dormire fino a tardi insieme a mio marito, le coccole, gli abbracci, leggere, il mio lavoro, i fiori, il teatro, le mostre d'arte, il balletto, i film in bianco e nero, la musica jazz e quella italiana dei vecchi cantautori, i tatuaggi, i rimedi naturali, le verdure.
Cose che odio: il mal di testa, di schiena, di collo, i pessimisti, i maleducati, i disonesti, gli antipatici, i violenti, sciare, portare fuori il cane quando piove, tutti i lavori domestici, rifare il letto la mattina, i prevaricatori, i disillusi, lo zucchero nel caffè, gli abiti cinesi, la maleducazione, chi urla, la cuffia in piscina, avere freddo in casa, il freddo in generale, occuparmi di contabilità, sprecare il mio tempo in cose inutili e poco interessanti, chi odia il proprio lavoro, chi non sa fare il proprio lavoro, i romanzi rosa, la musica moderna, gli antibiotici, la frutta (a meno che non sia quella di Zanzibar).
Questa qui sotto sono io. 
Amo definirmi sincera, schietta, pazza, bislacca e simpaticissima ah sono anche un pelino permalosa e testarda ma questo lo dicono gli altri!
Spero di non avervi annoiato.
A presto!
Vale